Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Il ricordo di Claudio Cappabianca al Convegno AIPND sull’Agrolimentare

Nel corso del convegno "Diagnostica nel settore Agroalimentare Indagini, non Distruttive, Normative, Esigenze", organizzato recentemente a Parma da AIPND, l’Associazione ha proposto di ricordare il caro Claudio Cappabianca, da poco scomparso, collega ENEA in pensione oramai da molti anni, esperto riconosciuto nel settore delle prove non distruttive e membro dei comitati AIPND, attivissimo organizzatore di incontri e convegni sotto l’egida dell’Associazione.

copertina notizia

Nel corso del convegno "Diagnostica nel settore Agroalimentare Indagini, non Distruttive, Normative, Esigenze", organizzato a Parma (16-17 maggio 2024) da AIPND – Associazione Italiana Prove non Distruttive, l’Associazione ha proposto di ricordare il caro Claudio Cappabianca, da poco scomparso, collega ENEA in pensione oramai da molti anni, esperto riconosciuto nel settore delle prove non distruttive e membro dei comitati AIPND, attivissimo organizzatore di incontri e convegni sotto l’egida dell’Associazione. Il discorso in memoria delle attività di Claudio è stato tenuto dal collega Angelo Tatì, del Laboratorio Materiali e Processi  chimico-fisici.

Il nostro ricordo di Claudio è diretto, ripensando alla sua intera vita lavorativa trascorsa in ENEA che lo ha portato a conoscere e collaborare con tutte le aree di competenza della nostra Agenzia.

Impossibile incontrare colleghi che non abbiano apprezzato la sua competenza e il suo disincantato e propositivo approccio a tutte le novità tecniche emergenti nel settore, la sua continua curiosità scientifica nonché le convivialità nel settore dello sport, che ha abbracciato la vela e il tennis.

Claudio si è interessato dell’applicazione dei metodi delle prove non distruttive a una lunga serie di investigazioni sui materiali utilizzati nel settore dell’energia, del patrimonio artistico, dell’aeronautica e, più recentemente, del settore agroalimentare. Solo pochi mesi fa, inoltre, Claudio aveva condotto studenti universitari a visitare le apparecchiature più recenti acquisite per svolgere analisi mediante tomografia a raggi X, nel Centro Ricerche ENEA di Casaccia.

Sinceramente crediamo che una parte dell’esperienza maturata dagli esperti ENEA di oggi, che lo hanno seguito nelle attività tecnico-scientifiche delle prove non distruttive, sia frutto della sua inestinguibile capacità di comunicare la sua conoscenza associata ad una grande visione, immaginazione e passione per il settore.

 

Personale di riferimento: 
A cura di: 
Redazione Divisione Tecnologie e processi dei materiali per la sostenibilità
Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2024