Iniziate le attività delProgetto REEHUB - Regional Energy Efficiency HUB.

L'Efficienza Energetica (EE) è stata descritta come la più grande risorsa energetica dell'Unione Europea e uno dei modi più economici per aumentare la sicurezza del proprio approvvigionamento energetico e ridurre le emissioni di gas a effetto serra e altri inquinanti. Questo è il motivo per cui l'Unione Europea ha definito obiettivi di risparmio del consumo energetico primario per il 2020, il 2030 e ulteriori leggi nel settore che guardano all’orizzonte del 2050. L'Unione Europea si trova oggi in un situazione in cui gli investimenti in EE sono diventati strategicamente importanti a causa dell'alto livello di importazioni di energia, dell'instabilità dei prezzi dell'energia e della necessità di passare a un'economia competitiva a basse emissioni di carbonio e resiliente.

 

In linea con queste considerazioni, è stato finanziato dal programma INTERREG Italia, Albania, Montenegro il progetto REEHUB, Regional Energy Efficiency HUB,  il cui kick off meeting si è tenuto il 4 Maggio.

il kick-off del progetto

I partner di REEHUB (il Ministero dell’Energia e delle Infrastrutture Albanese e il Barleti Institute of Research and Development (BIRD) per l’Albania, ENEA e Distretto Tecnologico Nazionale sull'Energia Scarl  DITNE per la Regione Puglia, il Comune di Agnone per la Regione Molise e l’Università di Architettura di Podgoriza per il Montenegro), concordano che l’edilizia rappresenta il più grande settore di consumo energetico nell'economia, con oltre un terzo di tutta l'energia e metà dell'elettricità consumate a livello mondiale.

 

In occasione del kick off meeting, si è condivisa l'idea che gli edifici pubblici dovrebbero essere un esempio di migliori pratiche per il risparmio energetico, migliorando l'efficienza energetica attraverso tecniche innovative, buone abitudini e comportamenti dei consumatori. In questa occasione sono stati suggeriti e illustrati gli Hub regionali, situati in edifici pubblici in ogni regione, dove saranno organizzate azioni di “capacity building” e raccolto materiale educativo per audit di efficienza energetica.

 

I due punti di partenza del progetto saranno l'audit degli HUB in termini di risparmio energetico e consumo, la condivisione di un approccio comune di audit energetico per la regione mediterranea e la capitalizzazione dei risultati del progetto Alterenergy in Molise e Albania. L'approccio di audit definito in REEHUB sarà trasferito a diverse parti interessate, come tecnici pubblici del Comune, del Dipartimento nazionale dell'energia e dei responsabili politici. Gli HUB diventeranno, collegando esperienze con regioni mediterranee simili, un'agorà in cui i responsabili delle politiche locali delle coste italiane e balcaniche potranno avere un dialogo aperto con la cittadinanza, l'industria dei materiali da costruzione, i progettisti e le PMI verdi per l'attuazione del piano energetico locale.